News

Infissi di qualità, tradizione di famiglia per Diego Mele, serramentista di successo della provincia di Sassari.

La famiglia Mele fin dal 1898 tramanda di padre in figlio l’antica arte della lavorazione del ferro battuto. La prima bottega artigiana venne fondata da Diego Mele ad Ittiri, nell’entroterra del nord-ovest della Sardegna, esattamente a metà strada tra Sassari e Alghero. Oggi il nipote, che porta il suo stesso nome, continua quella tradizione, affiancando al sapere artigiano del ferro battuto quello della realizzazione di infissi in alluminio, che incontrano il gusto e le scelte di architetti e designer sul suo territorio sempre più interessati alla qualità oltre che all’affidabilità delle sue soluzioni.

Lavoro in questo settore da oltre 40 anni” ci ha detto il Sig. Mele nell’intervista che gli abbiamo rivolto. “Ero ancora una bambino quando ho cominciato a muovere i primi passi nel laboratorio di mio padre Felice e sono diventato titolare dell’azienda di famiglia nel 1994. Da quel momento ho cominciato a focalizzare il business soprattutto verso il settore dei serramenti in alluminio, puntando fortemente su design e innovazione per distinguere le mie soluzioni da quelle della concorrenza e devo dire che Master Italy è stata l’azienda che più mi ha supportato in questo percorso.

Da più di 20 anni ricevo direttamente in azienda il supporto dei suoi promoter tecnici. Da qualche mese ho il piacere di dialogare con Antonello Soro davvero competente e disponibile. Grazie a questo continuo confronto, anche un piccolo serramentista come me può essere competitivo rispetto a commesse dove è la qualità a fare la differenza”.

Diego Mele a quel punto ci mostra le foto del suo ultimo lavoro realizzato con accessori Master, il rifacimento degli antichi infissi in legno del Palazzo Arcivescovile di Sassari sostituiti con serramenti in alluminio profilo Noa78TT sui quali sono stati installati accessori per anta ribalta WEEN, con il catenaccio Bi-Hid per anta affiancata. “Geniale la soluzione del catenaccio Bi-Hid che consente l’apertura contemporanea dei due puntali dell’anta affiancata, comodissimo con un infisso alto quasi due metri e mezzo”. “Diego è davvero un grande professionista”, ci ha detto Soro a chiusura dell’incontro. “La sede arcivescovile è un lavoro degno di nota, così come quelli realizzati per il mercato residenziale della zona, per il quale l’azienda ha sviluppato soluzioni di chiusura performanti e sempre al passo con i tempi”.

Comunicato stampa


Scarica

Ti è piaciuto l'articolo?

Condividilo con i tuoi amici

Vuoi esser esempre aggiornato sul mondo Master?

Iscriviti alla newsletter

Le informazioni contrassegnate da * sono obbligatorie.